Calcolo Cessione del Quinto INPDAP

Avere la possibilità di effettuare un calcolo Cessione del Quinto INPDAP prima di procedere con la richiesta effettiva del finanziamento è un’opzione utilissima per assicurarsi di aver fatto la scelta giusta.

Il calcolo, infatti, permette di conoscere l’importo preciso della rata mensile che andrà rimborsata e di sapere il costo totale previsto per il prestito. In questo modo si può valutare se il finanziamento che si sta per richiedere sia davvero la soluzione migliore in base alle proprie esigenze e possibilità economiche.

Come funziona la Cessione del Quinto INPDAP

Il prestito INPDAP Cessione del Quinto è un particolare prodotto creditizio che può essere richiesto da dipendenti pubblici e statali e a pensionati che hanno bisogno di liquidità per affrontare qualsiasi tipo di spesa. Essendo un finanziamento non finalizzato, infatti, può essere utilizzato a totale piacimento del richiedente senza bisogno di dare giustificativi di spesa.

Il nome Cessione del Quinto deriva dalla modalità di rimborso, la quale prevede rate mensili del valore massimo pari ad un quinto del guadagno netto del richiedente (stipendio o pensione). Tale importo viene trattenuto direttamente dalla busta paga o dal cedolino pensionistico dal proprio datore di lavoro o ente pensionistico, che, poi, a sua volta lo gira all’istituto di credito.

Le rate sono fisse e costanti, proprio come gli interessi TAN e TAEG, per tutta la durata del piano di ammortamento, che è totalmente personalizzabile dal richiedente in base alle sue necessità e può avere una durata minima di 24 mesi (2 anni) e massima di 120 mesi (10 anni).

Requisiti e documenti per i prestiti INPDAP Cessione del Quinto

Se si desidera richiedere un prestito tramite Cessione del Quinto INPDAP bisogna sapere che l’unica garanzia richiesta è quella della presenza di un reddito fisso proveniente da stipendio o da pensione continuati nel tempo.

Oltre a questa garanzia, tuttavia, gli istituti di credito richiedono molti requisiti imprescindibili:

  • essere maggiorenni
  • essere cittadini italiani o avere il permesso di soggiorno
  • avere residenza in Italia

Tra i documenti necessari perché il prestito venga concesso, invece, ci sono:

  • copia della busta paga o del cedolino pensionistico
  • documento d’identità
  • codice fiscale

Richiesta INPDAP prestiti Cessione del Quinto

La richiesta per avere il prestito può essere avanzata sia online sul sito dell’INPS, che da qualche anno si è unito all’INPDAP prendendone in carico anche le Cessioni, sia in uno degli istituti di crediti convenzionati con l’ente.

Una volta ricevuta la domanda, verrà controllata la posizione lavorativa del richiedente e tutti i documenti consegnati per valutare che tutto sia in ordine e che l’importo richiesto possa davvero essere concesso. In tal caso la liquidità verrà accreditata nel giro di 2 o 3 settimane lavorative direttamente sul conto corrente del cliente.

Per poter usufruire dei tassi super vantaggiosi che l’INPDAP può applicare grazie a delle convenzioni che stringe con banche e finanziarie è necessario essere iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali.

Calcolo rata Cessione del Quinto INPDAP

Mesi

Grazie a questo tool è possibile ottenere un Cessione del Quinto INPDAP calcolo rata quanto più preciso possibile così da conoscere con precisione a quanto ammonta l’importo da pagare ogni mese per rimborsare il prestito richiesto.

Potrebbe interessarti anche: Calcolo estinzione anticipata Cessione del Quinto / Rinnovo Cessione del Quinto

Cessione del Quinto INPDAP simulazione

Un altro modo per ottenere una simulazione Cessione del Quinto INPDAP è quello di fare il calcolo in autonomia.

Le operazioni da fare sono semplici e veloci:

  1. Calcolare lo stipendio o la pensione netti mensili
  2. Dividere la cifra per cinque

Questo sarà l’importo mensile massimo trattenibile per rimborsare il prestito tramite Cessione.

Per saperne di più leggi: Calcolo Cessione del Quinto